Un pacco viveri per un soldato monselicense prigioniero durante la 1° Guerra mondiale

UN PACCO VIVERI PER UN SOLDATO MONSELICENSE PRIGIONIERO IN GERMANIA DURANTE LA 1° GUERRA MONDIALE.
Uno dei temi meno divulgati e conosciuti della prima guerra mondiale è la prigionia di 600.000 italiani nei lager austriaci e tedeschi. In essi morirono oltre 100.000 soldati per le durissime condizioni di vita, nella sostanziale indifferenza della Stato Italiano e del Comando Supremo. Anche al nostro concittadino B. Guglielmo era fra questi, prigioniero nel campo di concentramento di Gefangenenlager in Langensalza – Germania. Il pacco è stato spedito dalla moglie Elvira il 19 febbraio 1918. Purtroppo sembra che il granatiere Guglielmo sia morto di malattia il 19 agosto 1918. Speriamo almeno che il pacco sia arrivato in tempo. RIP