Michele Steno, il doge che occupò Monselice nel 1405

Michele Steno fu il 63° doge di Venezia. Ricoprì importanti cariche istituzionali, tra cui quella di Procuratore di San Marco. Eletto Doge nel dicembre del 1400, rimase alla guida della Serenissima per i 13 anni successivi, aumentando non di poco i possedimenti della Repubblica in terraferma: Padova, Vicenza, Verona, i sette comuni dell’altipiano di Asiago, Belluno, Cividale e Feltre. Consumò anche una sorta di vendetta personale, riconquistando Zara e la Dalmazia, dopo che in gioventù aveva subito una sconfitta nelle terre slave per mano dei nemici genovesi. Morì il 26 dicembre 1413. Le sue armate conquistarono Monselice nel 1405. Venezia resterà a Monselice fino al 1797.

 

Il doge Michele Steno