La Città murata di Marin Sanudo del 1483

La città murata di Monselice

Monselice è una delle città murate del Veneto. Nei primi del Cinquecento contava ben 5 ordini di mura e 4 porte fortificate, diventate sette nei secoli successivi. Le prime difese furono realizzate già nel sesto secolo, al tempo dei bizantini che fortificano la Rocca per difendersi dai Longobardi. Nei secoli successivi l’impianto difensivo fu perfezionato fino al XVI secolo, a fasi alterne, secondo le esigenze militari delle varie dominazioni che si contesero  la regione.

Il 6 marzo 1239, ci ricorda il Rolandino, addirittura l’imperatore Federico II venne a Monselice è ordinò che la città fosse chiusa di grosse mura e torri.  Successivamente Scaligeri e Carraresi completarono le cinte murarie che si estendevano per quasi 2 chilometri, fino a raggiungere la cima della Rocca. Monselice era considerata la “porta di Padova”, per questo motivo fu coinvolta in tutte le guerra, più o meno grandi, che furono combattute nel Veneto dal VI al XVI secolo. Dopo la sconfitta di Agnadello (1509) Venezia concentrò la sua attenzione su altre fortezze, ritenute più idonee a resistere alle terribili armi da fuoco che si stavano costruendo.
Dopo la guerra del 1509, il sistema difensivo («ben dirupto et mal condicionado» fin dalla fine del XV secolo perse la sua rilevanza militare e venne ceduto dalla Repubblica di Venezia ad alcune ricche famiglie veneziane: in primo luogo ai Marcello che acquisirono fin dal 1406 i beni pubblici e le residenze già carraresi e i Duodo che, alla fine del XVI-inizi XVII secolo costruirono una villa a mezzacosta sui resti di una fortificazione nota dalle fonti come «castello di S. Giorgio». I versanti del colle, anch’essi privatizzati, vennero terrazzati a giardino e incisi da scalinate scenografiche, rispettando tuttavia i resti delle fortificazioni. Solo dalla fine del XVII secolo, cominciarono ad essere intaccati dalla cave di trachite; nel 1717 se ne contavano sette inattive e cinque attive . Ma solo con l’introduzione delle nuove tecniche di escavazione, alla metà del secolo scorso, la devastazione divenne massiccia, in particolare tra il 1880 e il 1923, quando i Cini, dopo aver acquisito la proprietà di una delle tre cave allora attive, quella sita a monte di Ca’ Marcello, attuarono la distruzione sistematica di una parte consistente del versante occidentale, ove dall’Alto al Basso Medioevo si era esteso l’insediamento militare e civile.
Purtroppo ora rimane ben poco dell’antica imponenza e bellezza. L’Ottocento vede la città di Monselice affacciarsi all’epoca moderna, ma nella logica del tempo, le mura e le torri della città fortificata medioevale furono considerate un ostacolo all’espansione urbana e in pochi anni vennero abbattute. Sulla Rocca invece le cave di trachite “divorarono” le mura poste a est della città, fino a raggiungere il torrione in cima al colle. Per questi motivi nel giro di pochi anni buona parte della mura e le porte furono distrutte per sempre.
Agli occhi dei visitatori dei giorni nostri si presentano comunque ampie testimonianze della città medioevale come la torre civica, buoni tratti di mura e soprattutto il monumentale complesso del Castello e del Torrione. Per documentare la città murata di Monselice abbiamo utilizzato schizzi, disegni, foto (verosimili ?) delle porte che in ogni caso ci aiutano a ricostruire la “terra” murata di Monselice nel suo antico splendore.

Descrizione della fortezza militare di Marin SANUDO (1483)
Nel suo celebre viaggio, compiuto nel 1483 per le terre venete, Marin Sanudo ci regala le prime descrizioni delle mura di Monselice, nominando le quattro porte della città. Sorprende la descrizione del torriore che in quel tempo vede in pessime condizioni. Durante gli scavi eseguiti in questi anni gli archeologi hanno effettivamente trovato il pozzo per la raccolta delle acque da lui descritto; la porta di marmo effettivamente c’e’ ancora (è il riutilizzo di una cornice di epoca romana); la torre di legno per salire era costruita sul campanile della vecchia chiesa di Santa Giustina. Ecco il testo che riguarda la fortezza di Monselice tratto dal libro Marin Sanudo. Itinerario per la Terraferma veneziana Edizione critica e commento di Gian Maria Varanini, Viella edizione 2014.

Tracciato delle mura di Monselice che racchiude tutto il centro cittadino

MONSELICE è un castello situando sopra uno monte con do ale vien giò di muro, et lì di sopra è uno castello di muraglie (costruito con pietre), tondo et alto, ben dirupto et mandicionato con uno pozo in mexo et una torre altissima. Si va entro di sora per un ponte di legno; li è le municion qual è, et di solar in solaro si va di sopra; la fundamenta di dicta torre è grossissima, et fin à la porta di marmo. In questo castello era castelan Zuam Rimondo d’i Zorzi fiol, con page tre, et puol ussir; et à tre centene centene vien giò, sopra le qual è do castelli, uno di una banda, altro di l’altra; al mezo questi è posti dila muralgia vien gio.
Dala banda di Padoa è il castello dicto San Piero, dove è castelano Antonio Zanoto, et ivi entro è una chiesia di ius patronatus d’i eredi di Dolfin Dolfin; di sopra di questo è la tore dile Done (Sanudo ricorda le tre rocche e le ali di mura che scendono dal colle, perfino la torre delle donne e la fama già nebulosa che la circondava), che per una porta si va dentro, et al tempo d’i signori tegniva lì serate le sue matrone et fanzuolle. A’ al mexe questui dala Kamera di Padoa lire 44, soldi 10.
De l’altra banda è quello apellato santo Zorzi dove in una arca marmorea, quam ego vidi, ut dicitur è il corpo di san Zorzi; qui e castelano Matio dai Zenda, à lire 31, soldi 19.4 al mese. La terra veramente è giò al basso, tocha poco di monte, et è sopra una aqua vien di Este et va a Padoa; è mia per aqua X, et cussi per terra. La piaza è grande, è il mercado di luni. Sono do loze: una granda a piede del monte apresso lo palazo dil pretore, et nuova: questa face far et nel suo tempo fu construta di Iulio Bolani del M°CCCCLXX, dove è tuti li pretori et arme sue pinte; fu il primo Ermolao Lombardo, et è l’arma Sanuta, di Marino, padre dil padre nostro.
Et ancora habiamo (1) , sopra quello monte una caxa contra quella olim di Jiacomo Antonio Marzello e conte; or l’altra è appresso la porta va nel borgo, cioè passa l’acqua chiamata dila piaza. A quattro porte: aduncha, la Padoana perche va a Padoa; dila piaza et questa fece far il Sanuto essendo pretore, questa va verso il monte Richo et è quatrocento passi luntan di qui. È alto iucundissimo et pieno di soavità et gaudio, et perchè ogni cossa si erba qual fruto, olivari et vigne perfectissime vi nasse et li trovasse è dito monte richo, etiam perchè ut multi asserunt ne è trovado et si trova ivi pecunia di auro et argiento, di questo Plinio in Natural historia nel libro 13°et 14 °molto ne dice; Teofrasto de Erbibus, Herodoto et Apollodoro qui de odoribus scripsit, nomina questo monte d’i mirabilli dil mondo. La terza porta si chiama San Marco, va verso Este, è mia 5; l’altra quella dil camin va a Piove di Sacco. Qui era pretore Sebastiano Zantani di Marco fiol; è pagato dila Kamera de Padoa al mexe lire 114 soldi 13,4, il castelan lire 109 soldi 7. 8. Questa terra di soto e tuta murada, l’aqua li va atorno. È la chiesia cathedral di Santa Iustina, sono due altre sopra pur dil monte cioè di quella sommità dila terra: uno San Francesco et è mirabel veder, l’altro Santo Domenico. Qui poco luntan è la villa di Avanzo et sono atorno valle.
Se ave questo loco per proditione di un suo, perchè alias era inexpugnabille et forte, È mia (miglia) 7 per aqua fino a Este (l’antico itinerario seguiva il piede della collina costeggiando un estesa palude permettendo di vedere in lontananza i colli euganei e il paese di Arquà Petrarca); se trova mia 3 una torre dita Monte Busi, si vede Arqua, poi si trova la mota dove è l’hostaria, et mia 4 è luntan di Este.

(1) La famiglia acquistò nel 1406, in occasione della liquidazione da parte della repubblica veneta del patrimonio della fattoria carrarese, la «gastaldia» di Monselice (il complesso dei beni fondiari e degli edifici; Varanini 1996, p. 814. Sia Pietro Marcello, vescovo di Padova tra il 1409 e il 1428, che Iacopo Antonio Marcello (1398 c. – 1465) – comandante militare, uomo pubblico e umanista di notevole prestigio nei decenni centrali del Quattrocento – risiedettero frequentemente a Monselice)

31 Comments

  1. I am extremely inspired together with your writing abilities as well as with the format for your weblog. Is that this a paid subject matter or did you modify it your self? Either way keep up the excellent quality writing, it’s rare to peer a great blog like this one today..

  2. Today, while I was at work, my sister stole my iphone and tested to see if it can survive a 40 foot drop, just so she can be a youtube sensation. My iPad is now destroyed and she has 83 views. I know this is entirely off topic but I had to share it with someone!

  3. I just could not depart your site prior to suggesting that I really enjoyed the standard information a person provide for your visitors? Is gonna be back often to check up on new posts

  4. Good web site! I truly love how it is simple on my eyes and the data are well written. I am wondering how I could be notified whenever a new post has been made. I have subscribed to your feed which must do the trick! Have a nice day!

  5. There are definitely loads of particulars like that to take into consideration. That could be a great level to convey up. I provide the thoughts above as common inspiration but clearly there are questions like the one you convey up the place the most important factor shall be working in honest good faith. I don?t know if finest practices have emerged round issues like that, but I’m certain that your job is clearly identified as a good game. Both boys and girls really feel the affect of just a moment’s pleasure, for the remainder of their lives.

  6. Hi would you mind stating which blog platform you’re working with? I’m planning to start my own blog in the near future but I’m having a hard time making a decision between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal. The reason I ask is because your design and style seems different then most blogs and I’m looking for something completely unique. P.S Apologies for being off-topic but I had to ask!

  7. Nice post. I was checking continuously this blog and I am impressed! Extremely helpful information specially the last part 🙂 I care for such information a lot. I was seeking this particular info for a long time. Thank you and good luck.

  8. Thanks for your personal marvelous posting! I genuinely enjoyed reading it, you are a great author.I will always bookmark your blog and will eventually come back down the road. I want to encourage you to ultimately continue your great work, have a nice afternoon!

  9. Thanks , I’ve recently been looking for information approximately this subject for a while and yours is the greatest I have discovered so far. However, what about the bottom line? Are you certain concerning the supply?

  10. I think this is one of the such a lot significant information for me. And i’m satisfied studying your article. However want to observation on some common issues, The site style is perfect, the articles is in point of fact excellent : D. Just right process, cheers

  11. I simply had to thank you so much all over again. I do not know the things I would have tried in the absence of those techniques shown by you about that field. It was actually a intimidating difficulty in my view, but being able to see a professional way you handled it made me to leap with delight. Extremely happier for the service and as well , hope that you are aware of a great job you’re putting in instructing others all through your site. More than likely you’ve never got to know any of us.

  12. I really like your blog.. very nice colors & theme. Did you design this website yourself or did you hire someone to do it for you? Plz answer back as I’m looking to construct my own blog and would like to know where u got this from. thanks

  13. I needed to compose you that little note to finally say thank you the moment again on the stunning suggestions you have contributed here. It is tremendously generous of people like you to deliver unreservedly just what many people could possibly have offered for sale for an e book to earn some money for themselves, even more so considering the fact that you could possibly have done it in case you considered necessary. The solutions in addition worked as a great way to realize that some people have a similar dreams really like mine to understand many more with regards to this issue. I’m sure there are a lot more fun moments ahead for individuals that looked at your blog.

  14. Hello there! This is kind of off topic but I need some help from an established blog. Is it very difficult to set up your own blog? I’m not very techincal but I can figure things out pretty fast. I’m thinking about making my own but I’m not sure where to begin. Do you have any tips or suggestions? Thanks

  15. Great post. I was checking constantly this blog and I am impressed! Very helpful info specially the last part 🙂 I care for such information a lot. I was looking for this particular info for a long time. Thank you and good luck.

  16. With havin so much content do you ever run into any problems of plagorism or copyright violation? My blog has a lot of completely unique content I’ve either authored myself or outsourced but it looks like a lot of it is popping it up all over the internet without my authorization. Do you know any techniques to help reduce content from being ripped off? I’d really appreciate it.

  17. Hello would you mind stating which blog platform you’re using? I’m planning to start my own blog in the near future but I’m having a difficult time choosing between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal. The reason I ask is because your design and style seems different then most blogs and I’m looking for something unique. P.S My apologies for getting off-topic but I had to ask!

  18. I am only writing to make you understand what a superb experience our princess undergone viewing your webblog. She picked up such a lot of things, with the inclusion of what it is like to possess an ideal teaching spirit to make the mediocre ones without difficulty master specified tricky topics. You undoubtedly surpassed readers’ expected results. Thanks for rendering those useful, trustworthy, revealing as well as unique tips on your topic to Sandra.

  19. whoah this blog is magnificent i love reading your articles. Keep up the good work! You know, a lot of people are looking around for this info, you could aid them greatly.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.